Le Terapie non Chirurgiche

La terapia per la cura della coxartrosi dipende dalla gravità della sintomatologia e dal grado di degenerazione cartilaginea.

farmaci antidolorifici o antinfiammatori sono utili nell’alleviare la sintomatologia nelle prime fasi della malattia. Tuttavia gli effetti collaterali che possono provocare non ne consentono un uso prolungato.

Le abitudini di vita come l’esercizio fisico (possibilmente in scarico come ad esempio la cyclette, il nuoto e la ginnastica in acqua), permettono di mantenere un buon tono muscolare e rallentare il processo artrosico. Il calo ponderale è d’obbligo in pazienti soprappeso, sia per diminuire il sovraccarico sull’articolazione e quindi rallentare la degenerazione cartilaginea, sia in previsione di un intervento di artroprotesi al fine di ridurre le possibili complicanze ed accelerare la fisioterapia post-operatoria.

La viscosupplementazione è una terapia infiltrativa con acido ialuronico che migliora la sintomatologia e rallenta la progressione della malattia. L’acido ialuronico è naturalmente contenuto nel liquido sinoviale, presente in tutte le articolazioni e che svolge un’azione anabolica, antiflogistica e analgesica locale.

L’acido ialuronico è una molecola di grosse dimensioni con caratteristiche fisiche di viscosità ed elasticità, ad esso si devono gli effetti lubrificante ed ammortizzante propri del liquido sinoviale.

Nelle articolazioni affette da osteoartrosi il liquido sinoviale è più diluito e meno viscoso di quello contenuto nelle articolazioni sane, in quanto l’acido ialuronico è presente in basse concentrazioni. Di conseguenza la cartilagine risulta maggiormente esposta all’usura.

La viscosupplementazione ristabilisce e supera i normali livelli di acido ialuronico nel liquido sinoviale, sfruttando i potenziali lubrificante, protettivo nei confronti della cartilagine ed antiinfiammatorio della molecola. Una ulteriore funzione della molecola introdotta nell’articolazione è quella di riattivare la sintesi di acido ialuronico endogeno da parte dell’articolazione artrosica infiltrata.

La viscosupplementazione è indicata solo nelle prime fasi della malattia, ovvero quando la degenerazione cartilaginea sia solo parziale.

La neurolisi con radiofrequenze è una terapia del dolore. Consiste nella lesione dei nervi sensitivi della capsula articolare con conseguente interruzione della trasmissione del dolore. E’ indicata esclusivamente nei pazienti che non possono essere trattati chirurgicamente.

Le terapie fisiche come TENS, laserterapia, ultrasuonoterapia raramente risultano efficaci.

PRIVACY     –     CAREERS     –   CONTATTI    –   PARTNER    –   CERTIFICAZIONI