SMR System

Lo stelo da revisione per anca SMR è un sistema modulare concepito per la riprotesizzazione dell’anca nei casi di grave perdita ossea (tipo II, III e IV società italiana riprotesizzazione-GIR e tipo II e III Paprosky).
Con più di 20 anni di storia clinica, l’impianto femorale è costituito da tre elementi: una componente prossimale, una componente distale, ed una vite di bloccaggio.
Lo stelo SMR permette ricostruzioni su misura grazie all’ampio range di combinazioni modulari delle componenti prossimali e distali.

Componente Prossimale 

  • La componente prossimale modulare consente di risolvere i problemi di ripristino della lunghezza fisiologica dell’arto e la stabilità dell’articolazione grazie alle quattro lunghezze 40, 50, 60 e 70 mm ed ai due angoli CCD da 125° e 135°;
  • La lucidatura a specchio nella zona del collo è stata studiata per diminuire l’usura del polietilene a contatto con il collo durante la flessione. La finitura a specchio elimina inoltre il rischio di cricche per fatica.

Componente Distale

  • La componente distale è conica con alette longitudinali; questo disegno protesico garantisce nello stesso momento una stabilità assiale ed una tenuta alle forze torsionali;
  • La modularità è garantita da quattro lunghezze (100, 160, 200 e 240 mm) e nove diametri (14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22 e 24 mm);
  • Le componenti distali da 200 e 240 mm hanno una procurvatura anatomica di 3° per evitare l’effetto punta sulla corticale;
  • Tre fori sono posizionati a 120° radialmente nella porzione distale per permettere l’eventuale uso di viti da corticale nei rari casi in cui necessitano (4).

Vite di Bloccaggio

  • L’assemblaggio tra le due componenti è assicurato damun cono Morse di 2°51’ che garantisce la possibilità di ruotare la componente prossimale per posizionarla con l’antiversione richiesta dal chirurgo; il sistema permette una rotazione continua di 360°;
  • La vite di bloccaggio viene utilizzata per serrare il cono Morse ma non ha effetto di tenuta in quanto l’accoppiamento tra i due coni è garanzia di tenuta nel tempo. La vite è dotata di un inserto trasversale in polietilene per evitare l’eventuale svitamento.

SMR & SMR Resection

La componente distale dello stelo da revisione SMR è utilizzata anche in accoppiamento alla componente prossimale dello stelo modulare da resezione SMR Resection. Il chirurgo ha dunque la possibilità di utilizzare componenti distali cementate o non cementate per entrambe le protesi SMR e SMR Resection, con indicazioni differenti.

MATERIALI

Lega di Titanio Ti 6Al 4V ELI che garantisce un’ottima biocompatibilità e resistenza meccanica, la finitura superficiale è ottenuta per abrasione con granuli di coridoneche aumentano la superficie di contatto favorendo l’ancoraggio protesi-osso

Scarica i PDF